Via Toledo, 185 - Napoli

N. verde 800.45229

informazioni su sito web

 

Le Gallerie d’Italia - Palazzo Zevallos Stigliano hanno sede in un elegante palazzo del Seicento lungo via Toledo. Le opere esposte consentono un percorso esemplificativo delle arti a Napoli dai primi del Seicento agli esordi del Novecento,  da Caravaggio, con il tragico Martirio di sant’Orsola, capolavoro estremo dell’artista (realizzato poche settimane prima della sua morte nel maggio del 1610), a Vincenzo Gemito.
Alcuni membri delle famiglie a cui in passato appartenne il Palazzo (in particolare i Vandeneynden e i Colonna di Stigliano) furono primiceri o governatori dell’Arciconfraternita dei Pellegrini.

 

Caravaggio (Michelangelo Merisi), Martirio di sant’Orsola, 1610.

Olio su tela, 143 x 180 cm, Collezione Intesa Sanpaolo

IL COMPLESSO ARCHITETTONICO

le chiese, la terra santa, il salone del mandato

View more

LE SCULTURE

le statue, gli altari, le lapidi

View more
I DIPINTI

I DIPINTI

un viaggio nella città lungo cinque secoli.

View more

GLI ARREDI SACRI

la devozione che diventa opera d’arte

View more

L' ARCHIVIO STORICO

un patrimonio unico al servizio degli studiosi

View more

Tra VIA TOLEDO e la PIGNASECCA

arte, fede e storia

View more

 L'Augustissima Arciconfraternita ed Ospedali della SS. Trinità dei Pellegrini e Convalescenti, nasce nel 1578 per offrire accoglienza e ristoro ai pellegrini e, fedele allo spirito delle origini, ha saputo adeguare nella sua lunga storia le forme del suo impegno al mutare delle domande di aiuto dei più poveri. Lungo i secoli l’attenzione posta alle misere condizioni e alla precaria salute dei pellegrini, si evolve, all’inizio dell’Ottocento, nella fondazione di un moderno ospedale sanitario e, quando questo viene assorbito dal sistema sanitario nazionale (1970), nella ricerca di nuovi terreni nei quali praticare la solidarietà cristiana e promuovere la crescita culturale e spirituale di tutti. Oggi il Poliambulatorio “Bernardo Giovino”, il Centro Socio Educativo per minori “Fabrizio Pignatelli”, il “banco alimentare”, il sostegno discreto a quanti sopportano più degli altri il peso dell’attuale crisi economica, sono i luoghi nei quali quotidianamente si concretizza l’adesione dei confratelli allo spirito di servizio che è alle fondamenta dell’antico sodalizio. Rilevante è l’attività di promozione culturale: l’Arciconfraternita promuove ed ospita conferenze, dibattiti, convegni scientifici e manifestazioni artistiche aperte al pubblico.

 Il Complesso Museale dei Pellegrini non è soltanto quindi il contenitore di patrimonio straordinariamente ricco di opere d’arte ma spazio aperto: qui la memoria della devozione alle opere di carità e di accoglienza si incontra con la complessa vita sociale e culturale della città.

Visita il sito dell'Arciconfraternita

Dove Siamo

Via Portamedina, 41

80134 Napoli

Vedi Mappa

Apertura

Lunedì - Sabato | 09.00 - 14.00

Prenotazione obbligatoria

Prenota la visita